Alessio Borin Website Logo

/blog & news

Come riparare un file video mp4 danneggiato o corrotto


Oggi pomeriggio stavo cercando di catturare un timelapse con il mio Nexus 5 quando il telefono ha improvvisamente smesso di filmare e si è bloccato. L’applicazione TimeMovie è crashata lasciando come regalino un file in formato .mp4 contenente oltre 400Mb di filmato (6 minuti di video ma quasi 2 ore di riprese), file che tuttavia non era più riproducibile in alcun modo. Dopo aver tentato con diversi player multimediali sia sul telefono che sul computer, e constatato che nemmeno il sacro VLC era in grado di fare nulla ho deciso di provare ad affidarmi al sommo Google in cerca di una possibile soluzione per recuperare il file mp4 danneggiato. Non vi sto qui a raccontare quanti inutili tool io abbia installato e provato, nessuno di questi era in grado di ricostruire il file video corrotto (a volte per via del formato del file, altre volte non riuscivano a trovare nessun dato da recuperare). Quando ogni speranza sembrava persa, sono finito in questo forum (fpvlab) dove un utente smanettone proponeva la sua idea piuttosto elaborata che tuttavia mi ha portato via solamente un paio di minuti.
Immagino che questa stessa guida possa funzionare anche per chi ha ottenuto un filmato corrotto in seguito ad una caduta particolarmente violenta del proprio drone, di una GoPro o di qualsiasi altra action camera.

Riparare file .mov .mp4 .m4v e .3gp con un solo software

Il software utilizzato in questa guida si chiama Grau Video Repair Utility, esiste sia per Windows che per Mac, ed è in grado di riparare file video nei formati seguenti: .mov, .mp4, .m4v, .3gp.
Sono supportate la maggior parte delle videocamere/fotocamere, inclusi gli smartphone (Android, iOS ecc.). Il programma è davvero ben fatto, l’algoritmo utilizzato analizza il file a basso livello in cerca dei blocchi di bit corrispondenti a video/audio, li assembla e ricostruisce le informazioni mancanti copiando quelle che estrae da un secondo video funzionante prodotto dalla stessa videocamera (e che voi dovrete avere a disposizione), viene inoltre prodotto un ottimo report che vi permette, sfruttando una differente combinazione di opzioni del software, di recuperare più informazioni dal file video.

Come riparare il file video corrotto in 10 step (Windows)

Provo a riassumere la guida per voi in 10 semplici passaggi, che per chi vuole sapere “il perché” saranno approfonditi successivamente:

  1. scaricate il filmato sul desktop e fatene una seconda copia esatta (es. video1.mp4 e video2.mp4)
  2. aprite una finestra del terminale e spostatevi sul desktop (o fate shift + tasto destro sul desktop -> “apri finestra del terminale qui”)
  3. scrivete esattamente questo comando e digitate invio: copy/b video1.mp4+video2.mp4
  4. procuratevi un secondo filmato funzionante e girato con lo stesso dispositivo (è importante che sia stato girato con la stessa risoluzione e sia nello stesso formato)
  5. scaricate il software che trovate qui sotto ed estraete il file zip (senza fare altro)
  6. disattivate la vostra connessione a internet fino a quando non avrete concluso il procedimento
  7. ora eseguite il file “gs.exe” che avete nell’archivio precedentemente scompattato
  8. utilizzate “Choose movie” e “Choose reference movie” per caricare rispettivamente il filmato video1.mp4 (da riparare) ed il filmato funzionante che vi siete procurati in precedenza
  9. utilizzate le “Options” per impostare i parametri che preferite ai fini della generazione dell’output
  10. a questo punto non vi resta che da far partire il processo di riparazione del file (che troverete all’interno della cartella “Repaired” sul vostro desktop”)

Link per il download del software (da mega.co.nz)

edit (8/12/2015): Link aggiornato per il download (da mega.nz)

edit (18/01/2016): nel caso in cui il link dovesse nuovamente non funzionare (come segnalato da alcuni lettori), vi invito a cercare su Google la versione 1.8.0.0 del software. Nel caso in cui la ricerca dovesse risultare infruttuosa, provare a consultare la conversazione presente nel forum fpvlab linkata sopra dove vengono fornite anche delle alternative per recuperare i vostri video utilizzando le versioni più recenti del programma.

Il software utilizzato costa non poco (29€ per 5 “riparazioni” oppure 99€ per illimitate), tuttavia utilizzando la versione datata che è allegata a questo articolo è possibile sfruttare la modalità demo che consente di riparare soltanto il 50% del file. Il trucco utilizzato da noi consiste nel raddoppiare il nostro video (prime 3 istruzioni della guida) in maniera da ottenere un video che abbia dimensione doppia. Così facendo otterremo ugualmente il nostro video in dimensione intera.
Bisogna precisare però che questo software non appena viene avviato controlla se siano disponibili aggiornamenti e, nel caso in cui questi vengano trovati, obbliga l’utente a scaricarli. Essendo impossibile nelle versioni successive del programma utilizzare questo “workaround”, siamo quindi costretti a disattivare la connessione a internet del nostro computer mentre lo utilizziamo (in alternativa è possibile aggiungere “127.0.0.1 grauonline.de” al file hosts di Windows).

Spero di esservi stato utile. 😉